Liceo breve: le mie domande alla ministra

Che fine farà la storia e la letteratura del Novecento, a cui già non si riesce a dedicare un’attenzione adeguata?
Come ha intenzione di arginare l’impatto con il mondo della disoccupazione (altro che del lavoro) prematuro?
Come pensa che si possa conciliare la riduzione del tempo scuola con l’esigenza di aumentare le occasioni formative e culturali nei territori disagiati?
Ammette almeno che alla base di questa decisione non c’è alcuna finalità pedagogica ma solo la logica dei tagli?
Sono queste le principali domande che vorrei rivolgere alla Ministra dell’istruzione sulla sperimentazione del liceo di 4 anni annunciata due giorni fa e che prenderà l’avvio in 100 scuole dal prossimo anno scolastico.
E voi che cosa vorreste chiedere alla ministra?

Newsletter
Top